GRETEL Z. in JAPAN

Italian Version


Coloro che mi seguono da più tempo su Instagram e che leggono attivamente il mio blog sanno, ormai, che l’esperienza lavorativa che mi ha lasciato più il segno è stata assolutamente quella vissuta in Giappone lo scorso anno, grazie alla quale ho potuto esplorare un luogo che, da sempre, sognavo di visitare.


My room's view

Per me è stato un privilegio poter mostrare le mie creazioni ad esponenti di una cultura totalmente differente dalla mia e credo che sia anche questo a rendere magico il mio lavoro: non conoscevo la loro lingua, eppure ero in grado di comunicare con chiunque si fermasse a chiedere informazioni o ammirare i miei lavori grazie ad un linguaggio universale, quello della moda, che rende possibili scambi interculturali su larga scala, senza nemmeno l’utilizzo di parole esplicite.

Tale opportunità mi è stata offerta dalla fiera “Moda Italia”, che si tiene annualmente a Tokyo nel meraviglioso BELLE SALLE SHIBUYA GARDEN, importante sede di eventi moda e sede delle manifestazioni, e presenta una selezione di circa 240 brand di nicchia emergenti che si occupano di abbigliamento e accessori per uomo e donna completamente made in Italy.


La manifestazione si inserisce nel panorama moda giapponese come principale appuntamento dedicato alla moda contemporanea, che unisce tradizione e innovazione, qualità delle collezioni e tendenze di ricerca.

Da marzo 2019 EMI-Ente Moda Italia coordina la presenza di questa selezione di aziende italiane a PROJECT Tokyo, manifestazione che si offre come ponte tra l’innovazione, il design ed il mercato, essendo capace di attrarre sia gli operatori dei grandi department stores che quelli delle numerose boutique multibrand, alla costante ricerca di nuove proposte.

E sono lieta di annunciarvi che, anche quest’anno, nei giorni 8, 9 e 10 febbraio, il mio brand avrà l’onore di poter occupare un angolo di questo paradiso del design contemporaneo.

Ebbene sì, GRETEL Z. comincerà questo 2021 nel migliore dei modi che potessi mai immaginare!

Pur essendo dispiaciuta dal fatto che questo pandemia globale mi abbia tolto la possibilità di recarmi a Tokyo personalmente e mostrare in prima persona i lavori che mi rendono tanto fiera, sono infinitamente grata dell’opportunità di cui, tramite un fidato promoter giapponese, il mio brand potrà godere e beneficiare: si tratta di una possibilità unica e meravigliosa per rafforzare l’immagine del mio Made in Italy sul mercato giapponese.

Questa iniziativa, infatti, offre un grande aiuto all’ export italiano del mio settore, in una fase molto delicata per il mercato come quella attuale. Si tratta di un mercato strategico non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto per il ruolo di trend setter delle tendenze moda a livello internazionale.


Sono fiera dunque di poter riproporre il mio brand nella veste di una nuova collezione ai grandi buyer giapponesi e ai rappresentanti del retail indipendente che lo scorso anno mi avevano dedicato molta attenzione e vivido interesse, soprattutto perché il Giappone si colloca nella top ten dei più importanti mercati di riferimento per la moda italiana, quindi la presenza di GRETEL Z. a Tokyo è ancora più significativa e fa nascere in me alte speranze per il futuro della mia azienda.

Non vi nascondo che uno dei miei sogni nel cassetto è proprio quello di aprire un flagship store in Giappone, per avere un’opportunità ulteriore poter vivere meglio quel paese che tanto amo, trascorrerci più tempo possibile e, magari, lasciarci la mia firma.

Mi piacerebbe aprire una sorta di rubrica riguardo la mia esperienza in Giappone, raccontarvi i posti da me visitati, i ristoranti che più o amato e le particolarità da cui sono rimasta immensamente affascinata...

Sarebbe davvero molto emozionante ripercorrere quei momenti di assoluta felicità che ho vissuto lo scorso inverno con voi e penso che, in un momento in cui è difficile viaggiare, proiettarsi con la mente in un luogo meraviglioso e remoto possa fare molto bene all’anima.


Fatemi sapere se questo piccolo progetto potrebbe interessarvi e cosa vi piacerebbe sapere in particolare!


Vi mando un caro saluto e vi do, come sempre, appuntamento al prossimo articolo!


English Version


Those who have followed me for the longest time on Instagram and who actively read my blog know, by now, that the work experience that left my mark the most was absolutely the one I lived in Japan last year, thanks to which I was able to explore a a place that I have always dreamed of visiting.


A magical corner in Tokyo

For me it was a privilege to be able to show my creations to exponents of a culture totally different from mine and I think this is also what makes my work magical: I did not know their language, yet I was able to communicate with anyone who stopped at ask for information or admire my works thanks to a universal language, that of fashion, which makes intercultural exchanges possible on a large scale, without even using explicit words.


This opportunity was offered to me by the "Moda Italia" fair, which is held annually in Tokyo in the wonderful BELLE SALLE SHIBUYA GARDEN, an important venue for fashion events and venue for events, and presents a selection of about 240 emerging niche brands that deal with of clothing and accessories for men and women completely made in Italy. The event is part of the Japanese fashion scene as the main event dedicated to contemporary fashion, which combines tradition and innovation, quality of collections and research trends.

From March 2019 EMI-Ente Moda Italia coordinates the presence of this selection of Italian companies at PROJECT Tokyo, an event that offers itself as a bridge between innovation, design and the market, being able to attract both the operators of large department stores and those of the numerous multi-brand boutiques, constantly looking for new proposals.

And I am pleased to announce that, again this year, on February 8, 9 and 10, my brand will have the honor of being able to occupy a corner of this paradise of contemporary design.

Yes, GRETEL Z. will start this 2021 in the best way I could ever imagine!


Although I am sorry that this global pandemic has taken away from me the possibility to go to Tokyo personally and show firsthand the works that make me so proud, I am infinitely grateful for the opportunity that, through a trusted Japanese promoter, my brand will be able to enjoy and benefit: it is a unique and wonderful opportunity to strengthen the image of my Made in Italy on the Japanese market.

This initiative, in fact, offers great help to Italian exports in my sector, in a very delicate phase for the market like the current one. It is a strategic market not only from an economic point of view, but above all for the role of trend setter of fashion trends at an international level.

I am therefore proud to be able to propose my brand again in the guise of a new collection to the great Japanese buyers and to the representatives of independent retail who last year paid me a lot of attention and vivid interest, especially since Japan is in the top ten of the most important reference markets for Italian fashion, so the presence of GRETEL Z. in Tokyo is even more significant and gives me high hopes for the future of my company.

I will not hide from you that one of my dreams in the drawer is precisely to open a flagship store in Japan, to have a further opportunity to better experience that country that I love so much, spend as much time as possible and, perhaps, leave my signature.


I would like to open a sort of column about my experience in Japan, tell you about the places I have visited, the restaurants I have loved most and the particularities that I have been immensely fascinated by ...

It would be really very exciting to retrace those moments of absolute happiness that I experienced last winter with you and I think that, in a time when it is difficult to travel, projecting oneself with the mind in a wonderful and remote place can do a lot of good for the soul. Let me know if this small project might interest you and what you would like to know in particular! I send you a warm greeting and, as always, see you in the next article.